Madagascar: il Grande Sud in fuoristrada

Il Madagascar offre agli appassionati dei viaggi infinite possibilità: chilometri di piste, anche sabbiose lungo la costa, che portano a remoti villaggi di pescatori sul Canale di Mozambico.

  • Tipologia: viaggio individuale
  • Periodo: Programma e prezzi validi dal 1° aprile al 30 novembre 2017
  • Giorni: 14
  • Notti: 12
  • Partenze: martedì, giovedì e sabato

Molti parchi naturali possono essere raggiunti solo con i mezzi opportuni e quindi sono molto meno affollati, offrendo quindi la possibilità di immergersi completamente nella natura.
Nonostante che nel corso degli anni l’habitat naturale della fauna e della flora si sia drasticamente ridotto, il paese può ancora vantare una sorprendente varietà di ambienti tale da costituire un prezioso e variegato archivio di specie animali e vegetali uniche al mondo, in parte ancora sconosciute.

madagascar avventura mappa

Itinerario del viaggio

1° giorno

ITALIA / PARIGI / ANTANANARIVO

Partenza dall’ Italia per Parigi CDG. Arrivo, cambio di aeromobile e proseguimento immediato per Antananarivo. Pasti principali a bordo. Arrivo ad ANTANANARIVO (detta anche TANA'), capitale del MADAGASCAR, previsto in tarda serata. Incontro con il nostro Corrispondente Locale e trasferimento da Ivato, località a 14 km. a nord della città dove è situato l’aeroporto, all’hotel per il pernottamento.
2° giorno

ANTANANARIVO / FORT DAUPHIN (TAOLAGNARO) - (volo)

Colazione in Hotel. Trasferimento in aeroporto per il volo interno per FORT DAUPHIN (TAOLAGNARO), piccola ed isolata cittadina affacciata sull’Oceano Indiano nell’estremità sudorientale del Madagascar. Trasferimento in Hotel, quindi nel pomeriggio escursione alla Spiaggia di Libanona, una delle più belle dell’isola, oltre alla Riserva di Nahampoana situata a circa 7 km. a nord della città dove fra l’altro è possibile ammirare alcune specie di piante endemiche oltre ad una grande colonia di lemuri che rappresentano una delle tante specie di tali animali presenti sull’isola. Se il volo fosse in ritardo o nel pomeriggio, la visita alla Riserva di Nahampoana sarà spostata alla mattina del 4° giorno Rientro in Hotel in serata per la cena ed il pernottamento.
3° giorno

FORT DAUPHIN / PENISOLA DI LOKARO / EVATRA / FORT DAUPHIN

Colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alla visita della regione nei dintorni di Fort Dauphin. Si raggiunge prima la PENISOLA DI LOKARO, situata lungo la costa 40 km. a sud-est della città, ed una volta arrivati alla bellissima spiaggia di Lac Lanirano si prosegue in barca a motore attraverso le vie d’acqua naturali immerse nella vegetazione caratterizzata da piante di tutti i tipi fra cui la “ravenala” o “palma del viaggiatore” albero simbolo del Madagascar, fino al successivo Lago Ambaravano dove all’estremità nord-orientale si trova il minuscolo villaggio di pescatori dell’etnia Antanosy di EVATRA. Da qui con un breve trekking si raggiunge la Baia di Lokaro, con una bellissima spiaggia dimenticata, dove si potrà fare il bagno e rilassarsi. Dopo aver consumato il pranzo (lunch-box) tempo a disposizione sulla spiaggia. Nel tardo pomeriggio rientro a Fort Dauphin per la cena ed il pernottamento in Hotel.
4° giorno

FORT DAUPHIN / LAVANONO

Colazione in Hotel, quindi partenza in auto fuoristrada per la parte più avventurosa del viaggio, dove la foresta spinosa lascia il posto a un un paesaggio lunare e selvaggio. Proseguiamo quindi lungo le difficili piste del sud del paese, viaggiando per circa 150 km. in direzione ovest. Lungo il percorso, che in parte corre parallelo al mare, si possono ammirare paesaggi straordinari ed assolutamente incontaminati molto vari, dalla foresta spinosa dove le didieracee prendono il sopravvento, fino alle piantagioni di sisal (agave) a perdita d’occhio. Si raggiunge infine la remota località di LAVANONO. Cena e pernottamento in Guest House/Lodge (molto semplice).
5° giorno

LAVANONO / AMPANIHY

Colazione in Hotel. Ci dirigiamo verso nord abbandonando la costa attraversando la regione più arida e selvaggia dell’isola, quella che si trova a sud del Tropico del Capricorno. Mano a mano che ci si addentra nell’interno, si potranno ammirare gli affascinanti paesaggi e gli stupefacenti esempi della flora del Madagascar. Il disagio per le piste sconnesse ed accidentate sarà ampiamente ripagato da un paesaggio assolutamente unico che ci riserverà visioni indimenticabili. Si raggiunge in serata il piccolo villaggio di AMPANIHY, famoso per la tessitura della lana e la produzione di tappeti. Cena e pernottamento in Guest House (molto semplice).
6° giorno

AMPANIHY / BETIOKY / TOLIARA - TULÉAR - / IFATY

Colazione in Hotel, quindi proseguimento in direzione nord, in pieno territorio del popolo Mahafal y, denominato “creatori di tabù”, agricoltori che vivono nelle regioni meridionali del paese famosi per le decorazioni con le quali adornano le loro tombe per venerare i morti ricordandone le gesti ed i mestieri di quando erano in vita. Alcune di queste tombe, di cui tutto l’ampio territorio è disseminato, costituiscono delle vere e proprie opere d’arte. Dal piccolo villaggio di BETIOKI, che in lingua locale significa “dove soffia il vento”, si prosegue scendendo dagli aridi altipiani verso il mare fino a raggiungere TOLIARA (TULÉAR), importante città nella costa sud-occidentale del Madagascar con ancora visibili i resti del passato coloniale. Si procede ancora costeggiando il Canale del Mozambico in direzione nord, fino a IFATY, tranquillo villaggio di pescatori famoso per la splendida spiaggia bianca. Trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento.
7° giorno

IFATY

Colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alla bellissima regione di IFATY, effettuando le escursioni in barca fino alla barriera corallina dove è possibile immergersi per osservare le splendide flora e fauna subacquee: nel periodo che va da Luglio a Settembre, con un po’ di fortuna nel tratto di mare di fronte a Ifaty è possibile avvistare le balene che percorrono il Canale del Mozambico durante la loro migrazione. Resto della giornata libero per la visita dei villaggi dei pescatori dell’etnia Vezo dei dintorni oppure al relax balneare. Cena e pernottamento in Hotel.
8° giorno

IFATY / TOLIARA - TULÉAR / RANOHIRA

Colazione in Hotel. Si lascia Ifaty per fare prima ritorno a TOLIARA (TULÉAR) e da qui proseguire lungo la strada statale RN 17 che si snoda verso l’interno, attraversando una regione semidesertica dove l’occupazione principale degli abitanti dei villaggi che si incontrano è costituita dal commercio del carbone. Si attraversano i piccoli villaggi di ANDRANOVORY e SAKARAHA fino a raggiungere RANOHIRA, piccola e tranquilla cittadina che costituisce la base di partenza per le escursioni nel vicino PARCO NAZIONALE DELL’ISALO. Cena e pernottamento in Hotel.
9° giorno

PARCO NAZIONALE DELL’ISALO

Colazione in Hotel. Intera giornata dedicata alla visita del PARCO NAZIONALE DELL’ISALO, uno dei più importanti del Madagascar. Il Parco Nazionale, che è collocato proprio nel cuore dell’isola e copre una superficie di ben 81.540 ettari, è dominato da un massiccio di arenaria eroso dal tempo e dalle intemperie, ed è costituito da un alternarsi di spazi pianeggianti coperti da vegetazione a guglie di arenaria rossa scolpite dagli agenti atmosferici, con profonde gole scoscese che racchiudono splendide oasi con piscine naturali. Tutto questo costituisce il microclima adatto per la crescita di felci, pandani e palmizi frondosi, mentre nelle zone più secche si possono osservare i bei fiori gialli del “Pachypodium rosulatum”, un piccolo albero-bottiglia endemico. Tra le numerose specie animali presenti nel parco, oltre ad una grande varietà di uccelli, è possibile vedere da vicino alcune specie di lemuri tra cui il sifaka ed il catta. Durante la visita, con la guida dal personale del parco, si raggiungeranno i punti più suggestivi fra cui, ad esempio, quelli che vengono definiti la “Piscina naturale” o il “Canyon delle scimmie” dove vive indisturbata una numerosa colonia di lemuri. Rientro in Hotel a Ranohira in serata per la cena ed il pernottamento.
10° giorno

RANOHIRA / IHOSY / ANDRINGITRA

Colazione in Hotel. Lasciata Ranohira ed il Parco Nazionale dell’Isalo si riprende il viaggio verso nord-est, lungo la strada statale RN7, e dopo circa 90 km. si raggiunge il piccolo villaggio di IHOSY, collocato nel cuore del territorio dei Bar a, popolazione che unisce ai tradizionali elementi malesi-polinesiani, comuni a tutti i malgasci, anche quelli africani e che attribuisce un enorme valore al proprio bestiame. Si prosegue il viaggio in direzione del maestoso Massiccio di Andringitra. Cena e pernottamento in bungalow.
11° giorno

ANDRINGITRA / RANOMAFANA / PARCO NAZIONALE DI RANOMAFANA

Colazione al mattino presto ed escursione guidata nel Massiccio di Andringitra: visita della foresta di Tsaranoro alla ricerca dei lemuri catta. Dopo l'escursione si prosegue verso Ambalavao, dove si visita della fabbricazione artigianale della carta Antemoro. Si raggiunge quindi il piccolo villaggio di RANOMAFANA, letteralmente “acqua calda”, base di partenza per le escursioni nell’omonimo PARCO NAZIONALE DI RANOMAFANA, una delle meraviglie naturalistiche del Madagascar. Il parco, di recente istituzione, è situato ad un’altitudine che varia tra gli 800 ed i 1.200 metri, ed è costituito da colline coperte di foresta pluviale che brulicano letteralmente di animali. Tra questi si contano oltre 100 diverse specie di uccelli, di cui ben 68 endemiche, innumerevoli tipi di gechi, camaleonti e rane, oltre a ben 29 specie di mammiferi 12 dei quali sono lemuri, tra cui: il lemure dal ventre rosso, il sifaka coronato ed il lemure marrone dalla fronte rossa. Notevole anche la varietà di flora; sono ben 278 le differenti specie arboree, di cui ben 81 endemiche, e fra queste si contano numerose orchidee, felci, palme, muschi, bambù giganti, etc.. Il periodo migliore per visitare il parco è quello caratterizzato dalla stagione secca, che va da Luglio ad Novembre, quando la temperatura diurna si aggira intorno ai 20°-25° ed il numero di sanguisughe e zanzare è molto basso: ciò nonostante alcuni sentieri sono perennemente scivolosi e durante la visita si dovrà fare attenzione a non cadere. Una delle zone più belle e ricche di animali è quella denominata Talatakely, che offre vari percorsi, alcuni inaugurati di recente, attraversata da una rete di piccoli corsi d’acqua che vanno a gettarsi nelle acque spumeggianti del sottostante Fiume Namorona. L’ escursione a piedi nella riserva naturale permetterà di osservare il tipico ambiente tropicale della foresta pluviale e di poter avvistare molte specie animali fra cui in particolare i caratteristici onnipresenti lemuri. Cena e pernottamento in Hotel.
12° giorno

PARCO NAZIONALE DI RANOMAFANA / AMBOSITRA / ANTSIRABE

Colazione in hotel. Lasciato lo splendido ambiente naturale del Parco Nazionale di Ranomafana si prosegue ancora in direzione nord, attraverso l’altopiano caratterizzato dalle coltivazioni a terrazza sui fianchi delle montagne, fino a raggiungere AMBOSITRA, piccolo cittadina nota per la lavorazione del legno intagliato e la manifattura dei mobili. Questi lavori provengono dalla regione a sud-est di Ambositra, abitata dall’etnia degli Zafimaniry, popolazione di origine indonesiana famosa per la fine lavorazione del legno pregiato. Ad Ambositra, oltre a visitare le botteghe degli artigiani intagliatori, raggiungeremo a piedi “Le Palais”, un luogo panoramico da cui si gode una bella veduta sull’altopiano. Si prosegue ancora per circa 90 km. Fino a raggiungere la città di ANTSIRABE, collocata nella estremità meridionale della provincia di Antananarivo ed abitata dalla popolazione della tribù Merina. La cittadina, situata a circa 1.500 metri di altitudine il cui nome in lingua locale significa ”dove c’è molto sale”, costituisce il centro più importante per il commercio di pietre semipreziose e minerali. A nord della cattedrale, tra la stazione ed il Lago Ranomafana, si sviluppa l’arioso ed ancora elegante quartiere francese, e durante la sosta si può visitare il centro della città, oltre ad alcuni laboratori dove vengono tagliate le pietre preziose e semipreziose. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento in hotel.
13° giorno

ANTSIRABE / ANTANANARIVO

Proseguimento al mattino presto verso nord fino ad Antananarivo (170 km.-4 ore). Pomeriggio dedicato ad una visita di ANTANANARIVO, la “città dei mille guerrieri”. La città, ricca di colori, racchiude in se e sintetizza tutte le popolazioni e gli aspetti del complesso paese ed è a ragione ritenuta una delle più belle e suggestive di tutta l’Africa. Collocata sull’altopiano dell’Imerina, ad un’altezza di circa 1.400 metri s.l.m., si sviluppa su 12 colline, nelle sue strade e nei suoi affollatissimi mercati è possibile incontrare gente di tutte le 18 differenti etnie del paese. Di sapore vagamente medioevale, Antananarivo racchiude in se molti edifici importanti come ad esempio il Rova, o “Palazzo della Regina”, il vecchio Palazzo Presidenziale, oltre a molte chiese fra cui la Cattedrale cattolica di Andohalo, la Chiesa anglicana di Ambohimanono o la Chiesa di Amboninampamarinana. Ma è soprattutto nei quartieri popolari, fatti di case alte e strette costruite in mattoni rossi, con tetti coperti di tegole e balconi di legno, che si tocca con mano la suggestione dell’intero paese. I mercati rappresentano uno degli aspetti più veri della città ed ancora oggi che il mitico “Zoma” il “Mercato del Venerdì” non esiste più, ogni giorno le strade dei quartieri di Antananarivo si riempiono di bancarelle che offrono ogni genere di mercanzia come ad esempio il Mercato floreale che si tiene tutti i giorni nei pressi del Lago Anosy o il Mercato La Digue sulla strada per l’aeroporto. Cena in hotel, camere a disposizione e quindi in tarda serata trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno.
14° giorno

ANTANANARIVO / PARIGI / ITALIA

Formalità di imbarco e partenza con il volo Air France. Pernottamento e prima colazione a bordo. Arrivo a PARIGI CDG e proseguimento del viaggio di ritorno per l’Italia.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE:
Quota per persona minimo 2 partecipanti Euro 3350,00
Quota per persona minimo 4 partecipanti Euro 2800,00
Supplemento camera/tenda singola Euro 390,00

LE QUOTE COMPRENDONO:
- trasporti aerei internazionali con voli Air France dagli aeroporti collegati con Parigi, ed interni con voli di linea in classe turistica come da itinerario, incluse le tasse aeroportuali e fuel surcharge
- transfer ed i trasferimenti come da itinerario con idonei mezzi privati (minibus e fuoristrada) con autista in lingua francese/inglese
- visite e le escursioni (con l’ausilio di guide specializzate nei parchi nazionali e nelle riserve) come da programma entrate comprese
- sistemazioni in hotel prima categoria nelle città principali ed i migliori disponibili nelle località minori, in camere doppia
- trattamento di mezza pensione durante tutto il viaggio
- assicurazione Allianz Global Assistance spese mediche e bagaglio.

NON COMPRENDONO:
- visto di entrata in arrivo (dal 1/1/2016 Euro 30)
- pasti non compresi, bevande negli hotels e nei ristoranti
- mance e gli extra personali
- tutto quanto non espressamente specificato nella voce “La quota comprende”

NOTA BENE:
Si tratta di un viaggio ed impegnativo soprattutto per la condizione delle strade molto dissestate, con piste sabbiose, che in caso di pioggia diventano molto difficili. Il programma non è realizzabile da dicembre a marzo. Potrebbero comunque essere necessari cambiamenti di programma sulla base dello stato delle strade e dei guadi dei fiumi. Alcuni hotel fuori dalle città più importanti sono molto semplici(vedi Lavanono e Ampanhy con servizi comuni ed energia elettrica con pannelli solari e/o generatori) e richiedono quindi un minimo di spirito di adattamento.

Le quote sono state elaborate sulla base del costo dei servizi e dei trasporti aerei in vigore al 31/01/2016, e pertanto potrebbero subire delle variazioni in base al corso dei cambi, alla variazione delle tariffe aeree o tasse aeroportuali.